I MIEI OROLOGI DA PARETE

30 luglio 2013

AGGIORNAMENTO CORSI DEL LABORATORIO

3-4 agosto Marisa Delsanto - Crazy Patchwork

6-7 agosto Marco Scaffini - Paesaggio ligure in argilla

9-10 agosto Cinzia Binosi  - Creatività con il Feltro

13 agosto Marina Frandino - Pittura con stoffa e feltro

16 agosto Roberto Illario - Conferenza astrologica 'La Luna nera' ore 21:00

18 agosto Adele Vigo Tintura naturale dei tessuti


OGNI VENERDì LABORATORIO DI DECORAZIONE DEL VETRO CON ME
I costi per ogni laboratorio variano dai 15.00 € a 40.00 € compreso il materiale.
I prodotti realizzati rimangono di proprietà degli allievi.
Vi aspetto!!




LABORATORIO SARVANOT IN FELTRO

Un Sarvanot con la bustina contenente
il caratteristico ago per la lavorazione
Ecco le foto del laboratorio che ha tenuto Elena Zelmi.

I bambini che hanno partecipato si sono divertiti molto e alla fine del corso hanno portato a casa il loro folletto sistemato su un bel pezzo di tronco raccolto nei boschi, l'ago usato per la lavorazione e una pergamena che racconta chi sono queste simpatiche creature della Val Varaita.







I Sarvanot che sono nati nel pomeriggio

I Sarvanot con il libro a loro dedicato
 Elena Zelmi è la creatrice di CIELI DI PROVENZA e fa parte dell'Associazione culturale LA RURE, che prende il nome dalla frazione Rore di Sampeyre.
Da Rore partono escursioni animate per far conoscere ai bambini e alle loro famiglie oltreché alle scuole, il mondo dei Sarvanot. Per info: mpellerino@hotmail.com

L'associazione, in collaborazione con gli accompagnatori naturalistici di VESULUS, si  prodiga per la divulgazione del patrimonio culturale e territoriale della Valle.

In Laboratorio potete trovare anche alcune copie del libro 'I Sarvanot dal Toumpi', una raccolta di antichi racconti presentati in lingua occitana e traduzione in italiano a cura dell'associazione La Rure.
Un prezioso testo in omaggio alle genti della valle.

7 luglio 2013

I GUFETTI PORTAFORTUNA



Narra la leggenda popolare che, Dio, creò il mondo con tutti gli animali, ma che poi, riguardando il gufo, un po’ si pentì di averlo fatto così strano, con occhi così grandi, abitudini bizzarre e notturne. Allora, gli volle fare un grande dono: sarebbe diventato l’animale della buona sorte, quello che avrebbe sempre portato con se i buoni auspici per migliorare la vita di coloro che se lo sarebbero tenuto vicino, senza averne paura. Così si racconta anche in una antica filastrocca popolare di montagna:

“Gufo, gufo della notte scura, che porti via fame e paura.. 
veglia su tutte le nostre genti, vecchi, bimbi e sugli armenti.
Col tuo canto, che può far paura, proteggi gli amici con madre natura... 
Fate, gnomi fastidiosi folletti, non potranno più farci dispetti.”


Gufi o civette da collezione in vetro colorato di lastra altezza 5,5 cm


Per acquistarli visita la pagina dedicata ai BIJOUX