I MIEI OROLOGI DA PARETE

14 febbraio 2017

QUANTI AMORI?!

Quanti tipi d'amore ci sono nella vostra vita?
Proprio in questi giorni, ho fatto un pò di ordine nel mio archivio e mi sono accorta che la nostra vita è piena di amore, in ogni sua forma e manifestazione, eccone alcune:

Madre con figlia
La cornice, fatta a mano, è in legno di rovere.http://ericaclock.blogspot.it/p/quadri.html

Piccolo orologio per un pensiero d'amore.
Diametro 15 cm
http://ericaclock.blogspot.it/p/i-miei-orologi-da-parete-e-tavolo.html

Nessun testo alternativo automatico disponibile.
L'Amore universale

2 febbraio 2017

LA BAIO DI SAMPEYRE


La Baìo di Sampeyre è una festa tradizionale occitana che si svolge ogni cinque anni in Val Varaita (provincia di Cuneo). È una delle più importanti e antiche feste tradizionali delle Alpi italiane. Nel 2017 si svolge dal 12 al 23 febbraio.
Le origini della festa sono molto antiche e risalgono a prima dell’anno 1000 (pare al 975 o al 980), quando le squadre di saraceni che erano penetrate nella valle per saccheggiarla vennero scacciate dalla popolazione locale.
Oggi la Baìo è prima di tutto una grande festa della Valle con un copione è rigido che si svolge  per due domeniche e si conclude il giovedì grasso.
La Baìo è composta da quattro cortei (o “eserciti”), provenienti dal capoluogo e da tre sue frazioni: Sampeyre (Piasso), Rore (Rure), Calchesio (Chucheis), e Villar (Vilà) in ricordo delle brigate popolari che si erano riunite per scacciare gli invasori.
Per tradizione, al corteo partecipano solo gli uomini di ogni borgata, esibendosi con i complicati costumi tessuti dalle donne del borgo e interpretando anche i ruoli femminili.
I costumi sono confezionati seguendo regole molto severe perchè devono identificare in modo preciso il personaggio a cui appartengono: cavalieri, ussari, mori, tamburini…
La prima domenica, la Baìo di Calchesio fa visita a quella di Sampeyre e gli Abà, i capi della festa, si salutano incrociando le spade.
La seconda domenica tutte le quattro Baìe si riuniscono a Sampeyre.
Il giovedì grasso si celebra invece un particolare processo durante il quale le Baie giudicano i propri Tesorieri accusati di furto ai danni della comunità.
Nella Baìo di Sampeyre il momento di comunicazione più intenso tra pubblico e interpreti è il ballo. La Val Varaita è infatti considerata, con la Vermenagna, il più importante centro del mantenimento e della riscoperta delle tradizioni occitane.

Lì si sono conservati molti balli tradizionali e gran parte del folklore musicale; così, al suono dei violini, delle fisarmoniche, degli organetti e dei clarinetti, i festanti si esibiscono nella courento, nella gigo, nella courento di custiole, nella countradansa, nella tresso, nella bureo d’San Martin, nella bureo vieìo, nel “ mulinet e in una quantità di altre danze.

In occasione di questa importante manifestazione, ho pensato di produrre qualche souvenir:


Nastri caratteristici dei costumi tipici dei figuranti della Baìo
20 x 20 cm
45,00€

Particolare del cappello da Tesoriere
22,5 x 22,5 cm
55,00€

Tre musicisti in una cornice intagliata
42 x 33 cm
180,00€